fbpx

UNA QUALITÀ DIVERSA

UNA QUALITÀ DIVERSA

Il Sistema Qualità: da semplice “etichetta” a strumento determinante per l’efficienza e l’organizzazione produttiva

Cenni storici

Anche se le iniziative di controllo della Qualità dei prodotti hanno radici antichissime, tralasciamo la storia dalle origini ma consideriamo solamente i periodi significativi che sono nella nostra memoria. Negli anni ’50 forme organizzate di monitoraggio sia in fase di produzione che prima dell’utilizzo dei manufatti erano adottate soprattutto nei settori aeronautico, petrolifero e nucleare. Negli anni ’60 in Giappone c’è stato uno sviluppo rilevante delle procedure di Qualità e i modelli adottati nelle principali industrie del paese sono stati seguiti da importanti gruppi industriali anche nel resto del mondo.

Per assistere all’introduzione diffusa delle politiche della Qualità in Europa occorre però attendere gli anni ’80 in cui le regole internazionali sul tema sono state impartite con le norme della serie ISO 9000.

Un pregiudizio da evitare

Quante volte abbiamo sentito imprenditori raccontare che la certificazione ISO 9001 gli era stata necessaria per partecipare a gare indette da imprese sia pubbliche che private? Da questa legittima affermazione all’impropria considerazione dello scopo della certificazione di Qualità il passo è breve.

Molte aziende negli anni ottanta hanno deciso di implementare un Sistema Qualità nelle proprie organizzazioni per la convinzione che il “bollino” sulla carta intestata con il logo dell’organismo che aveva rilasciato la certificazione sarebbe stato il passaporto per importanti sviluppi commerciali.
In quegli anni la proliferazione di consulenti per la Qualità, in buona parte improvvisati, ha stimolato e determinato il “boom” delle certificazioni. Spesso le Direzioni aziendali accettavano documentazioni di sistema standard, adeguate per quanto possibile e talvolta in maniera raffazzonata alla realtà dell’impresa. Per molti riuscire a dimostrare all’organismo di certificazione la conformità, almeno formale, ai requisiti della ISO 9001 e quindi ottenere l’agognato rilascio del certificato era l’unico obiettivo.

I veri vantaggi dell’operare in regime di Qualità

Dimentichiamo per un attimo l’attenzione al Controllo Qualità del prodotto. Non perché non sia importante ma perché si può arrivare alla situazione di Qualità finale partendo dall’organizzazione, e in questo la norma ISO 9001, se ben interpretata, ci dà indicazioni fondamentali.

Nella documentazione di Sistema Qualità dobbiamo trovare le risposte a tutte le domande relative all’operatività quotidiana. L’organigramma stabilisce i rapporti funzionali tra le figure professionali dell’organizzazione, i mansionari stabiliscono con precisione “chi fa cosa” con estrema attenzione all’evitare sovrapposizioni e quindi possibili equivoci, le procedure gestionali danno le linee essenziali allo sviluppo dei processi, le istruzioni operative mettono tutti gli operatori nella condizione di lavorare al meglio prevenendo gli errori.

UNI EN ISO 9001:2015 in OMSP Macola

Con l’occasione del 50° anniversario la nostra azienda ha deciso di emettere l’edizione 2020 della documentazione del Sistema Qualità.
Se dovessimo stabilire le parole chiave che identificano questa nuova stesura potremmo citare:

centralità del cliente, sensibilità delle Direzione, condivisione con tutte le maestranze, partecipazione da parte di tutti i collaboratori, rispetto di tutte le parti interessate.

Un’azienda è una squadra in cui tutti, dal “coach” all’atleta a disposizione in panchina, contribuiscono in maniera comunque determinante al risultato. Per ottenere questo è fondamentale il confronto collaborativo e il contributo convinto di tutti.
Per noi il risultato voluto è mantenere e migliorare la soddisfazione dei clienti, nelle migliori condizioni sia per l’azienda che per gli altri soggetti con cui ha rapporti.

News

VUOI SAPERNE DI PIÙ?